Conversazioni sul cinema/Conversations on Cinema

Il cinema è uno spettacolo o una forma di vita? Un divertimento o un modo del pensiero? E come è possibile pensare il presente e la contemporaneità a partire dal cinema? Queste sono alcune domande che circolano in Conversazioni sul cinema, un volume bilingue (italiano/inglese) che raccoglie undici conversazioni, tratte dalla rivista “Fata Morgana”, con alcuni tra i più importanti filosofi e registi contemporanei: da Roberto Esposito a Paul Schrader, passando per Jean-Luc Nancy, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, Jean-Louis Comolli, Paolo Jedlowski, Julio Bressane, Werner Herzog, Slavoj Žižek, Georges Didi-Huberman, Jacques Rancière. Undici conversazioni nelle quali si parla di cinema come arte per pensare il presente e le grandi questioni della contemporaneità come la vita, l’archivio, la natura, il desiderio, il sacro, attraverso prospettive e orientamenti diversi (filosofici, sociologici, antropologici) ma con un comune terreno di confronto definito dal rapporto fra i concetti e le immagini. Conversazioni dunque su un tema e sul cinema, nel tentativo di pensare il cinema a partire dalla sua posizione unica tra i “linguaggi della contemporaneità”, cioè a partire dalla forma precipua in cui è capace di parlarci del presente e di ciò che da più vicino ci riguarda.







[indietro]

AA. VV., Conversazioni sul cinema/Conversations on Cinema, Pellegrini Editore, Cosenza 2010 (€ 20,00)