Temporaltà e memoria del visuale
Conversation with Georges Didi-Huberman

edited by Alessia Cervini, Bruno Roberti
 



Riflessioni a partire da un taglio.
Fotografia, allocronia, anacronismo

Francesco Faeta

Il culto delle immagini.
Baudelaire verso il cinema

Vincenzo Trione

Dream Factory Communism:
il Realismo Socialista come cultura visuale

Antonio Somaini

Visual effects
Marcello Walter Bruno

Visuale e defigurazione
Bruno Roberti

Quel che resta del cinema.
Il paradosso visuale della sperimentazione

Bruno Di Marino

Occhi di calcio (e di cinema)
Daniele Dottorini

Figura o immagine?
Il soggetto prende posizione
Alessia Tomaino

Il visibile e il visuale
Paolo Godani

Appunti presi in fondo alle immagini
(di finestre, di vento e di qualcos’altro)

Luca Venzi

Il titolo come sintesi visuale:
i Bass per Scorsese

Daniela Angelucci

L’immagine giocata. Il dibattito sul videogame e la questione del visuale
Ruggero Eugeni

Ritorno alla madrepatria. La sala cinematografica
in un’epoca post-mediatica

Francesco Casetti
 
 



 

Cosa vediamo quando vediamo
un video di Bill Viola

Antonio Costa

La camera oscura: dal caso Moro ad Abu Ghraib
Alessia Cervini

Edward Weston: la forma fotografica del visibile
Emanuele Crescimanno

L’invisibilità del visibile. Me/We, Okay di Ahtila
Antonietta Petrelli

Naqoyqatsi: mito e fusione testurale
nell’immagine sonora
Carlo Serra

Inoculati
Lorenzo Esposito

“Fiat veritas, et pereat mundus”.
A proposito di Redacted di De Palma

Dario Cecchi

Su un ricordo allucinatorio
in Valzer con Bashir

Antonio Russo

Il gigolò allo specchio: The Walker di Schrader
Marco Grosoli

Della vita e della morte: Palermo Shooting
Alessandro Canadè

Per una genetica dell’immagine cinematografica.
A partire da Chromosomes di Cronenberg
Andrea Inzerillo

Ciò che precede l’inizio. Pechino 2008
Giorgio Lo Feudo

Chiudere l’orizzonte del possibile:
Cremaster di Barney

Angela Mengoni
 




ARCHIVE