"Cinema" 


Numero 20 di “Fata Morgana” (di fatto ventunesimo fascicolo, essendoci stato un numero 0), numero speciale, numero su Cinema, a cui partecipano anche molti cineasti. Questi ultimi hanno scelto, o disegnato, l’immagine di un film rappresentativo della loro idea di cinema, associandola ad un breve testo, talvolta poche parole. Numero a cui partecipano studiosi di prestigio, alcuni dei quali accompagnano la rivista fin dalla sua nascita. Numero che esula dalla normale articolazione della rivista, con un indice solo ritmato dal godardiano: Pas une image juste, juste une image. I discorsi e le immagini, giusti o meno essi siano, comunque necessari (così crediamo). Aprire un campo nuovo di discorsività sul cinema, secondo quella specificità non specifica che è l’idea propria di un pensiero sul cinema che esclude la dicotomia irresolubile fra specialisti e non specialisti: è ciò che in questi anni (siamo nati nel 2006) abbiamo provato a fare con importanti riconoscimenti. Questo campo nuovo è in primo luogo un campo aperto. Hanno scritto e partecipato alla rivista centinaia di studiosi, cineasti ed artisti che si sono misurati, e hanno misurato un territorio modulabile, aperto dalle immagini e dai concetti, dal sensibile e dal noetico; senza alcuna tutela disciplinare, se non quella di concepire il cinema come una forma di vita, e dunque come una pratica, una sensibilità, una credenza, un pensiero.



 

 


[Indietro]



INDICE

ARCHIVIO